Usa, tombe non corrispondono alle mappe, bufera sul cimitero militare di Arlington

Pubblicato il 27 luglio 2010 8:37 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 8:38

Il cimitero di Arlington

Il più importante cimitero degli Stati Uniti, quello militare di Arlington a Washington (dove riposano tra gli altri i fratelli Kennedy) è finito sotto accusa perché è stato riscontrato che molte tombe non corrispondono alla mappa ufficiale del camposanto.

Una commissione interna dell’esercito ha quindi avviato un’inchiesta al riguardo e ha verificato che almeno 211 tombe non si trovano nella posizione indicata dalle mappe di riferimento. Stessa accusa viene da un comitato parlamentare: secondo la senatrice democratica del Missouri Claire McCaskill, il numero delle tombe che non si trovano nella zona prevista potrebbe addirittura riguardare migliaia di sepolcri, perché l’inchiesta dell’Esercito ha riguardato una sezione minore del cimitero.

Il Washington Post ha denunciato in prima pagina che – da riscontri eseguiti nell’ultimo periodo – sarebbero ”centinaia” le tombe che non corrispondono alle mappe.