Usa, costa orientale. Aragoste a volontà, costano meno del petto di pollo

Pubblicato il 8 luglio 2012 19:16 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 19:39

AUGUSTA, STATI UNITI – L’aragosta, per i buongustai che proprio di tanto in tanto non possono farne a meno, non è piu’ cibo da ricchi, almeno in una parte degli Stati Uniti. Il prelibato crostaceo infatti e’ ormai alla portata di tutti sulla East Coast grazie al crollo del prezzo di mercato. Per una libbra, circa mezzo chilo, bastano solo quattro dollari, meno di quanto si pagherebbe per l’equivalente di petto di pollo disossato. Una vera e propria pacchia.

Il fenomeno e’ dovuto ad un’abbondanza in Maine, paradiso delle aragoste, di una specie di crostaceo dalla corazza morbida. Le aragoste in questione hanno meno carne della variante piu’ ‘nobile’, quella con la corazza dura, tuttavia hanno fatto lo stesso la felicita’ dei consumatori che possono permettersi aragosta a colazione, pranzo e cena.

I distributori si sono ritrovati quindi con i magazzini pieni e con la necessita’ di sbarazzarsi della maggiore quantita’ possibile di aragoste prima che queste diventassero troppo vecchie per essere vendute. A questo deve aggiungersi che si tratta di una specie troppo delicata per essere spedita lontano, quindi deve essere acquistata prevalentemente da rivenditori locali.

Il tutto a vantaggio dei tanti turisti che in queste settimane affollano le bellissime coste del Maine, che di aragoste, di tutti i tipi, brulicano.