Usa. Uccisa con colpo pistola alla nuca mentre cercava aiuto dopo incidente auto

Pubblicato il 9 Novembre 2013 18:25 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2013 18:25
Renisha McBride

Renisha McBride

STATI UNITI, DETROIT – Uccisa con un colpo di pistola alla nuca mentre cercava aiuto dopo un incidente stradale. E’ la tragica storia di Renisha McBride, 19 anni, ragazza di colore di Detroit. E il sospetto e’ che si sia trattato di un omicidio dal movente razzista.

Sul banco degli imputati ci sarebbe il proprietario della casa a cui la ragazza aveva cercato di chiedere soccorso. Renisha, infatti, e’ stata freddata sul portico dell’abitazione, senza un apparente motivo. E – secondo indiscrezioni di stampa – l’uomo di razza bianca avrebbe confessato di aver sparato per legittima difesa, pensando di trovarsi davanti a un ladro.

Renisha invece avrebbe voluto chiedere solo la possibilita’ di fare una telefonata, visto che nell’incidente automobilistico in cui era stata coinvolta il telefono cellulare era andato in frantumi. Ora nella citta’ che questa settimana ha eletto il primo sindaco bianco dal ’74, scoppia la polemica e le proteste di chi parla di razzismo.