Usa. Le donne si arruolano nelle forze armate ma non vogliono combattere

Pubblicato il 27 febbraio 2014 9:02 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2014 9:02
Donne soldato Usa

Donne soldato Usa

USA, WASHINGTON – Dopo una serie di passi in avanti compiuti negli ultimi anni verso lo schieramento di donne soldato in operazioni di combattimento delle Forze Armate Usa, definiti di volta in volta più o meno “storici”, viene fuori che in fondo sono poche le soldatesse americane che davvero vorrebbero essere schierate in prima linea. Almeno stando ad una ricerca compiuta dall’esercito Usa tra le 170 mila donne che indossano la divisa sotto la bandiera a stelle e strisce, di cui riferisce oggi il Boston Globe.

Durante lo scorso anno l’esercito ha inviato per e-mail un questionario a soldati e membri della Guardia Nazionale e della riserva per verificare la loro opinione sulla prospettiva di un impiego delle donne in operazioni di combattimento. Ne e’ venuto fuori che solo il 7,5 per cento, ovvero 2.238 delle circa 30.000 donne che hanno risposto vorrebbero un impiego nelle unita’ di combattimento.

La ricerca ha anche verificato che i soldati temono di vedere le loro opportunità ridotte a causa della presenza delle donne, che a loro volta temono i pregiudizi secondo cui eventuali incarichi verrebbero loro affidati solo in quanto donne, e non per le loro specifiche qualità. Sia i soldati che le soldatesse, in ogni caso, non vogliono che l’esercito abbassi i suoi standard per favorire una maggiore integrazione delle donne.