Usa e Russia vicini a nuovo accordo per disarmo militare

Pubblicato il 14 Marzo 2010 13:46 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2010 13:50

Russia e Stati Uniti vicini ad un nuovo trattato per il disarmo nucleare. Il Cremlino ha fatto sapere che il presidente americano, Barack Obama, e quello russo, Dmitry Medvedev, sono prossimi a siglare l’accordo, che sostituisce il vecchio Start del 1991. I due presidenti si sono sentiti telefonicamente ieri e “hanno espresso soddisfazione per lo stato avanzato dei negoziati”, tanto che entrambi “hanno sottolineato che può essere già firmata una bozza di accordo”.

La Russia e gli Usa hanno negoziato per quasi un anno un nuovo trattato per ridurre i rispettivi arsenali nucleari. Il patto segnerebbe una pietra miliare negli sforzi americani di migliorare i rapporti con Mosca. Un portavoce della Casa Bianca a Washington ha sottolineato che Obama e Medvedev hanno avuto una “buona conversazione” e si sono impegnati “a concludere un acoordo presto”. Obama e Medvedev hanno lanciato i colloqui sul disarmo lo scorso aprile come parte di un piano della nuova amministrazione Obama per rilanciare le relazioni bilaterali logorate durante l’era Bush. In un primo momento era stata fissata la scadenza dello scorso dicembre per la firma di un nuovo accordo, in coincidenza con la scadenza dell’ultimo trattato sul controllo delle armi nucleari, lo Start II. Ma i colloqui si sono bloccati durante l’anno a causa di divergenze sulle misure di verifica e sui sistemi di conteggio delle armi e dei sistemi di lancio.

Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton sarà a Mosca il prossimo 18-19 marzo per incontrare il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.