Eisenhower ha incontrato tre volte gli alieni?

Pubblicato il 15 Febbraio 2012 15:00 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2012 15:14

Una scena del film "Incontri ravvicinati del terzo tipo"

USA – Il trentaquattresimo presidente degli Stati Uniti d’America, Dwight D. Eisenhower, incontrò per ben tre volte una delegazione di extraterrestri, apparteneti alla specie dei Grigi. Questa la rivelazione choc dell’ex consigliere del Pentagono Timothy Good, che in un’intervista televisiva ha confermato così gli “incontri ravvicinati del terzo tipo” che avrebbero avuto luogo nel febbraio del 1954, all’interno della Holloman Air Force Base, nel New Mexico.

“Eisenhower è in vacanza a Palm Springs” era la nota ufficiale che veniva diramata ogni qualvolta il presidente doveva mantenere segreti i suoi incontri. Ai quali parteciparono, tra gli altri, anche alti dirigenti del FBI. Stando al racconto di Good, Eisenhower e il suo staff sarebbero stati testimoni dell’atterraggio del disco volante, i cui abitanti suggerirono all’allora presidente di prendere in considerazione l’idea di rendere pubblica la notizia della loro presenza sulla terra.

Perché gli alieni abbiano voluto incontrare il presidente americano nessuno sembra averlo capito. Alcuni ritengono che gli extraterrestri siano venuti in pace e abbiano persino tentato di avvisarci circa eventi futuri. Presunti testimoni sostengono che i Grigi avvisarono Eisenhower riguardo ad un fenomeno che interessa la terra ogni 25000 rivoluzioni attorno al sole (equivalenti a circa 25 mila anni che corrispondono allo stesso lasso di tempo che chiude il calendario Maya). Gli alieni avrebbero, in sostanza, rivelato ad Eisenhower che la Terra viene ciclicamente investita da grandi meteoriti ma che neppure loro sono in grado di offrirci aiuto. L’unica soluzione sarebbe la costruzione di uno “scudo spaziale”.

Inutile ribadire che la storia ha dell’incredibile. Ma c’è da domandarsi perché l’ex consigliere del Pentagono, avrebbe deciso di rivelare i dettagli di quegli incontri soltanto oggi?