Usa, ex miliardario condannato per insider trading ai domiciliari grazie a Kim Kardashian

di Caterina Galloni
Pubblicato il 12 Settembre 2019 7:50 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2019 20:43
Kim Kardashian

Kim Kardashian (Foto Ansa)

ROMA – L’ex miliardario Raj Rajaratnam, cofondatore dell’hedge fund Colleon Group Llc, nel 2011 era stato condannato negli Stati Uniti a 11 anni di carcere per insider trading ma a luglio scorso è stato rilasciato. Sconterà la pena ai domiciliari grazie al First Step Act, una nuova legge di riforma del sistema carcerario federale per cui si è battuta anche Kim Kardashian. 

A maggio 2011 una giuria di Manhattan, New York, aveva condannato Rajaratnam a 11 anni di galera, gli aveva comminato una multa da 10 milioni di dollari e lo aveva costretto a rinunciare a 53,8 milioni di dollari. Secondo quanto riportato da Bloomberg, Rajaratnam è stato rilasciato all’inizio di luglio e attualmente vive con la famiglia nell’appartamento di sua proprietà nell’Upper East Side a Manhattan.

Per il rilascio anticipato, Rajaratnam, 62 anni, deve in parte ringraziare Kim Kardashian, che si è battuta per il First Step Act, una storica legge di riforma del sistema carcerario federale, firmata dal presidente Donald Trump, che riduce le pene e abolisce inoltre il concetto di “three strikes and you are out” che obbligava i giudici ad applicare l’ergastolo a chi fosse arrivato alla terza condanna.

Rajaratnam, detenuto al Federal Medical Center Devens, una prigione fuori Boston, avrebbe dovuto essere rilasciato nel luglio 2021 ma, secondo quanto riporta Bloomberg, ha beneficiato della legge che consente a chi ha più di 60 anni o che soffre di malattie allo stadio terminale di scontare la pena in detenzione domiciliare. Il giudice, all’epoca, aveva respinto la richiesta di una condanna più dura poiché Rajatnam soffriva di insufficienza renale causata dal diabete e aveva avviato il procedimento per ottenere il trapianto di rene.

La richiesta di Rajaratnam di detenzione domiciliare per gli “anziani trasgressori” della legge è stata una delle oltre 240 concesse da quando Trump ha firmato il First Step Act. Dopo aver co-fondato il Galleon Group LLC nel 1997, Rajaratnam avrebbe guadagnato oltre 72 milioni di dollari, facendo scommesse illegali su titoli di società come Goldman Sachs, Intel, Google e altre, grazie a una rete di informatori che gli hanno consentito di ottenere informazioni riservate.

Fonte: Daily Mail