Usa: festa a New York, la statua della libertà compie 125 anni

Pubblicato il 28 ottobre 2011 21:35 | Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2011 22:45

NEW YORK, 28 OTT – La Statua della Liberta' compie oggi 125 anni e i festeggiamenti a New York per il monumento-icona degli Stati Uniti sono iniziati gia' di buon ora, con una cerimonia simbolica in cui sono stati naturalizzati 125 immigrati provenienti da oltre 40 Paesi. Tra di loro anche un italiano.

Le celebrazioni sono state presenziate dal ministro dell' Interno Ken Salazar, che ha sottolineato quanto la diversita' sia la vera forza degli Stati Uniti. Parole in linea con la cerimonia di naturalizzazione, che e' stata solo l'inizio di una serie di manifestazioni che si concluderanno in tarda serata con uno spettacolo di fuochi di artificio.

Per l'occasione, 'Lady Liberty' ha assunto una nuova veste hi-tech, grazie a delle webcam che ha ricevuto come 'regalo di compleanno' e che sono state collocate nella sua torcia: Da oggi, consentiranno di avere con un semplice collegamento internet (http://www.earthcam.com/usa/newyork/statueofliberty) nuove vedute mozzafiato di New York, tra cui una panoramica di 180 gradi del porto, o su Ellis Island e Governors Island. Sara' possibile vedere l'arrivo dei traghetti, e tenere sott'occhio i lavori di avanzamento della Freedom Tower e del World Trade Center, laddove sorgevano le Torri Gemelle.

Lady Liberty fu donata dai francesi agli Stati Uniti il 28 ottobre 1886, in segno di amicizia. Fu realizzata dallo scultore Frederic Bartholdi, che scelse di persona il luogo dove collocarla. Il monumento, che vanta un'altezza di oltre 46 metri, raffigura la dea romana della liberta', con in mano una torcia e una 'tabula ansata', tavoletta su cui e' incisa la data della Dichiarazione d'Indipendenza, il 4 luglio 1776. Ai suoi piedi giace una catena rotta. Sorge su un isolotto in una insenatura del porto di New York, proprio perche' fosse visibile a tutte le navi che arrivavano, e i passeggeri dovevano avere la sensazione di essere cosi vicini alla statua al punto da toccarla. Inizialmente concepita come simbolo di liberta', solo in un secondo momento e' diventata anche il simbolo dell'immigrazione.

Dopo essere stata ampiamente festeggiata, Lady Liberty da domani chiudera' i battenti per un anno, per lavori di restauro e per ampliare i dispositivi di sicurezza anti-incendio, nonche' per ammodernare gli equipaggiamenti elettrici e meccanici, con un investimento di oltre 27 milioni di dollari. ''Ora e' sicura, ma lo sara' molto di piu' quando avremo finito'', ha affermato David Luchsinger, sovrintendente del monumento. Fino ad allora pero', i circa 3.5 milioni di persone che in media la ogni anno la visitano, dovranno accontentarsi di vederla dal di fuori, senza la possibilita' di arrampicarsi fino alla sua corona.