Usa. Aumenta a dismisura il numero degli americani che si suicidano

Pubblicato il 27 settembre 2012 11:54 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2012 11:54

ATLANTA, STATI UNITI -Il numero degli americani che si sono tolti la vita ha registrato un balzo del 15% negli ultimi dieci anni, superando i decessi avvenuti per incidenti automobilistici, scesi invece del 25%. Oggi – rivela uno studio pubblicato sull’ American Journal – negli Stati Uniti i suicidi sono la prima causa di morte violenta, seguiti dagli incidenti in auto, dagli avvelenamenti per errore, dalle cadute e dagli omicidi.

Impennata drammatica e’ stata registrata anche nelle morti per avvelenamento, salite tra il 2000 ed il 2010 del 128%: un balzo dovuto secondo gli esperti alle dosi eccessive di antalgici oppioidi prescritti negli Usa con estrema facilita’. Ma a preoccupare e’ soprattutto il dato sui suicidi: nel 2009 piu’ di 37.000 americani si sono tolti la vita e ben 500.000 vengono considerati a rischio di commettere l’insano gesto.

Come rilevato da indagini precedenti, nei periodi di recessione economica il numero dei suicidi sale regolarmente. ”I problemi economici hanno un forte impatto sul come le persone si sentono riguardo la propria identita’, il proprio futuro, le relazioni con gli altri ed in particolare con le famiglie”, ha commentato Feijun Luo dei Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie di Atlanta.

Il governo Usa ha cosi’ lanciato un programma ad hoc – il ‘Garrett Lee Smith Memorial Act’ – per la prevenzione dei suicidi che con finanziamenti pari a 56 milioni di dollari mettera’ in atto una serie di strategie ed interventi a protezione degli individui e delle fasce di popolazione considerate a piu’ alto rischio.

”L’obiettivo – ha spiegato l’ex senatore Gordon Smith, il cui figlio si tolse la vita alcuni fa – e’ salvare almeno 20.000 vite umane nei prossimi 5 anni”. Gli ultimi dati elaborati da Ian Rockett della West Virginia University sulla base delle cifre fornite dal Centro Nazionale americano per le statistiche sulla salute, rivelano che a togliersi la vita sono soprattutto gli uomini di razza bianca. La speranza ora e’ che sforzi concentrati, come quelli delle campagne per una ‘guida sicura, che hanno fatto scendere decisamente la mortalita’ per incidenti d’auto, abbia un impatto anche sul tasso di suicidi.