Usa: è giallo in Ohio, si teme strage familiare

Pubblicato il 15 Novembre 2010 22:02 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 23:17

E’ giallo in una cittadina dell’Ohio, Mount Vernon, dopo che una ragazza di 13 anni è stata trovata legata e imbavagliata nella cantina della abitazione di un uomo di 31 anni, che è stato arrestato. Da Mount Vernon sono scomparsi la madre e il fratellino della ragazza, nonchè un’amica di famiglia, una donna di 41 anni, e la polizia non esclude che possano essere stati uccisi. Le indagini sono in corso da mercoledì scorso, da quando cioè Sarah Maynard, 13 anni, e suo fratello Kody, di 10 anni, furono visti a scuola per l’ultima volta. E’ stato in seguito ad una verifica sulle loro assenze che le autorità hanno scoperto che non si avevano tracce neppure della madre, Tina Hermann, 41 anni, e di una sua amica, Stephanie Sprang, di 41 anni.

E’ stata avviata un’indagine per quattro persone scomparse e domenica, in seguito a una segnalazione anonima, gli investigatori hanno fatto la clamorosa scoperta: Sarah, 13 anni, è stata trovata viva e in condizioni fisiche relativamente buone. Era prigioniera nella cantina di Matthew Hoffman, 31 anni, che vive ad una quindicina di chilometri da Mount Vernon. L’uomo è stato arrestato per sequestro di persona.

Delle altre tre persone scomparse, però, la polizia continua a non avere traccia alcuna. Lo sceriffo della Knox County, David Barber, responsabile delle indagini, in una conferenza stampa non ha escluso oggi la possibilita’ che possano essere state uccise, ma ha evitato di fornire ulteriori dettagli. Si e’ limitato a precisare che ”Sarah e’ stata molto coraggiosa”, e che l’uomo arrestato con l’accusa di sequestro resta in carcere.