Usa, governatrice della Carolina del Sud: “Togliamo la bandiera confederata”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2015 1:30 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2015 1:41
Usa, governatrice del Sud Carolina: "Togliamo la bandiera confederata"

La bandiera confederata

CHARLESTON – Sulla scia della strage nella chiesa di Charleston, la governatrice della South Carolina, Nikki Haley, chiede di togliere dagli edifici del Parlamento dello Stato la bandieran confederata, che nei giorni scorsi è stata al centro di roventi polemiche, poiché da molti ritenuta simbolo di odio razziale, ma da altri simbolo di identità culturale.

“Mentre è parte integrante del nostro passato, non rappresenta il nostro futuro” e “il fatto che abbia provocato dolore a molti è sufficiente” per toglierla, ha detto il governatore Haley.

La bandiera è motivo di scontro da anni: è ritenuta da molti bianchi del sud simbolo di identità culturale e da molti afroamericani invece una sorta di omaggio all’epoca della schiavitù. Un sondaggio del 2014 ha rivelato come il 73% dei bianchi in South Carolina resti a favore della bandiera, mentre il 61% dei neri ritiene che debba essere rimossa. Nel 2000 a chiedere che fosse consegnato alla storia furono 46.000 persone durante una marcia. Ma l’esito è stato modesto: la bandiera è stata spostata vicino a un memoriale.