Usa: sono 11 milioni gli immigrati clandestini nel Paese

Pubblicato il 1 Febbraio 2011 19:40 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2011 21:20

WASHINGTON – Il numero di persone che vivono illegalmente negli Stati Uniti è rimasto stabile negli ultimi due anni sulla quota di 11 milioni di persone, secondo dati dell’istituto di ricerche Pew Hispanic.

Lo studio, basato sui dati del censimento, mostra che il 58% degli illegali sono messicani (per un totale di 6,5 milioni di persone) mentre il 23% (per un totale di 2,6 milioni di persone) provengono da altri Paesi dell’America Latina.

Si tratta di un calo rispetto al 2007 quando era stata raggiunta la quota di 12 milioni di persone. L’inversione di tendenza è collegata alla crisi economica che ha colpito gli Stati Uniti. Gli stati americani col numero più alto di illegali sono la California (2,5 milioni), il Texas (1,6 milioni) e la Florida (825 mila).