Usa: l’Fbi diffonde le foto dei capi del terrore “invecchiati”

Pubblicato il 15 Gennaio 2010 10:07 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2010 10:07

Osama Bin Laden invecchiato

Ricompense per chi trova e cattura un terrorista islamico inserito nella lista dei “most wanted”. E per i “cacciatori” ora anche uno strumento in più: la possibilità di vedere come saranno questi stessi terrorisiti tra qualche annetto, con barba e capelli grigi.

Questa la nuova mossa del Dipartimento di Stato americano che ha pubblicato, sul suo sito, delle foto ritoccate al pc di 18 dei maggiori esponenti del terrorismo islamico del mondo. Foto che rappresentano uomini come Osama Bin Laden o Abdul Rahman Yasin “invecchiati” di qualche anno.

L’elenco dei “most wanted” con foto segnaletica invecchiata si apre proprio con il capo di Al Qaeda. Le sue tracce si sono perse da tempo e l’intelligence continua a sostenere che si trovi nell’area tribale pachistana.

Seguono, tra le altre, le foto a confronto del leader dei talebani, il mullah Omar, del cosiddetto “pilota”, Adnan El Shukrijuma, sospettato di essere un operativo in grado di organizzare piani complessi, e di Abdul Rahman Yasin, l’ultimo latitante del primo attacco alle Torri Gemelle (febbraio 1993).

Il Dipartimento di Stato, oltre al offrire queste foto ritoccate promette anche delle taglie molto alte per chi trova questi terroristi. Ma non solo. Congrue ricompense arrivano anche solo per chi porta all’Fbi degli indizi dei luoghi dove si potrebbero nascondere.

Ad esempio per un’informazione su Bin Laden gli Stati Uniti sono disposti a sborsare oltre 25 milioni di dollari. Forse ultimo tentativo di riuscire nella “mission impossible” di battere, definitivamente, il terrorismo internazionale.