Usa, militare in aeroporto con un lanciamissili in valigia: era un “souvenir” dal Kuwait

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2019 10:32 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2019 10:32

Il lanciamissili trovato in valigia (Foto Twitter)

WASHINGTON – Ha pensato di portarsi dal Kuwait come souvenir un lanciamissili in valigia. Ma il suo ricordo di viaggio è rimasto all’aeroporto internazionale Thurgood Marshall di Baltimora/Washington dopo che gli agenti doganali se lo sono ritrovato davanti. 

Protagonista del curioso episodio un militare americano di Jacksonville, Texas. Secondo quanto riportato da diversi media americani,  l’uomo si è presentato in aeroporto con il lanciamissili in valigia come se fosse un oggetto qualunque, fra i vestiti ed altri articoli personali. 

Gli agenti della Transportation Security Administration (TSA), l’agenzia statunitense per la sicurezza nei trasporti, gli hanno spiegato che poco importava che si trattasse di un militare, dal momento che le armi non possono essere ammesse né nel bagaglio a mano né in quello da stiva. E alla fine il “souvernir” è stato consegnato alle autorità statali per essere distrutto.

Per fortuna, ha precisato in un comunicato la Transportation Security Administration, l’oggetto non era un dispositivo attivo: è stato confiscato e consegnato al corpo dei vigili del fuoco dello Stato per essere smaltito in modo sicuro e l’uomo ha potuto proseguire il suo viaggio. (Fonti: Cnn, Cbs)