Giallo negli Usa, trovato morto un ex funzionario del Pentagono e veterano del Vietnam

Pubblicato il 4 Gennaio 2011 17:16 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2011 19:38

E’ un mistero il ritrovamento del corpo di John Wheeler III in una discarica di rifiuti del Delaware. L’ex-funzionario del Pentagono, un veterano del Vietnam che aveva guidato per dieci anni il comitato per creare un monumento ai soldati uccisi in Vietnam, era stato visto vivo per l’ultima volta il 28 dicembre scorso mentre saliva a Washington su un treno diretto nel Delaware.

Tre giorni dopo il suo corpo era stato trovato in una discarica di rifiuti a Newark (Delaware). Un dipendente del deposito aveva notato il corpo mentre veniva scaricato da un camion carico di rifiuti. Ricostruendo la rotta del camion gli inquirenti sono giunti alla conclusione che il corpo di Wheeler sia stato abbandonato dai misteriosi assassini in un cassonetto della cittadina di Newark.

Resta il mistero su come Wheeler sia giunto a Newark e sulle circostanze della sua morte che la polizia ha classificato come omicidio. Wheeler era un veterano del Vietnam che aveva dedicato la sua vita ”a fare in modo che i soldati che hanno combattuto in Indocina ricevessero il dovuto riconoscimento da parte degli Stati Uniti”, hanno detto gli amici. Wheeler era stato dal 1979 al 1989 il presidente del Vietnam Veterans Memorial Fund battendosi con grande energia per ottenere un sostegno finanziario e politico al progetto di creare nella capitale Usa un monumento ai veterani del Vietnam. Una battaglia che si era conclusa con un successo.

Wheeler aveva inoltre lavorato per alcuni anni al Pentagono come assistente speciale del sottosegretario per l’Air Force durante la presidenza di George W. Bush. Wheeler, poi, era stato impegnato per alcuni anni in una battaglia legale con dei vicini di casa per bloccare un progetto di ampliamento della loro abitazione. Ma non e’ chiaro se gli inquirenti ritengono che questa vicenda possa essere collegata in qualche modo al suo omicidio. ”Certo questa e’ una storia molto strana – ha detto uno degli inquirenti – Non sembrano esserci stati legami di alcun tipo tra la vittima e la cittadina di Newark, soprattutto pensando che l’ultima volta che e’ stato visto vivo era su un treno diretto a Wilmington”.