Usa. Nuovo attacco di hacker cinesi a dati intelligence e militari

Pubblicato il 13 Giugno 2015 12:48 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2015 12:48
Hacker cinesi

Hacker cinesi

USA, WASHINGTON – Nuovo attacco, probabilmente di hacker cinesi, ai dati Usa. Si tratterebbe del secondo cyber-attacco rivelato dagli americani nell’ultima settimana e riguarderebbe dati dell’intelligence e militari. Dati su quali, si precisa, gli hacker potrebbero aver avuto accesso a informazioni sensibili.

A quanto emerge, gli hacker avrebbero messo le mani su alcuni questionari che i dipendenti federali sono tenuti a compilare per motivi di sicurezza, fornendo dati e informazioni approfondite anche di natura personale.

Nei giorni scorsi era stato reso noto un cyber attacco di dimensioni probabilmente senza precedenti sferrato contro il sistema informatico dell’ufficio per la gestione del personale impiegato da varie agenzie governative federali. L’attacco è stato da più parti attribuito ad hacker di base in Cina ed ha interessato le informazioni su 4 milioni di dipendenti.

5 x 1000

Secondo il New York Times, che cita citando fonti della Casa Bianca, il presidente americano Barack Obama sta valutando il varo di sanzioni finanziarie verso gli hacker e i loro mandanti.