New York: la Statua della Libertà chiude per lavori. Si riapre nel 2012

Pubblicato il 9 agosto 2010 19:00 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2010 19:18

La Statua della Libertà

La Statua della Libertà rimarrà chiusa circa un anno per portare delle modifiche alle sue strutture di sicurezza. I lavori cominceranno dopo il 12 ottobre 2011, quando questo monumento simbolo di New York e degli interi States, festeggerà i suoi 125 anni.

Al momento, l’unica via di fuga per i turisti che salgono sulla ‘corona’, in caso di emergenza è una lunga scala a chiocciola di 354 gradini che scendono giù. D’estate, all’interno di questa scaletta si soffoca, e capita spesso che i tantissimi turisti rischino di svenire dal caldo.

Il mese scorso, quando è suonato un allarme antincendio, centinaia di persone sono state costrette a saltare in tutta fretta giù per le scale, rischiando di farsi male. Insomma, ormai è necessario mettere a punto nuove strutture e costruire una seconda scala più confortevole e più sicura.

Non sarà la prima volta che la Statua rimarrà chiusa ai turisti: è capitato subito dopo gli attacchi dell’11 settembre del 2001, quando si misero a punto alcune migliorie essenziali per assicurare la sicurezza. Quella volta il monumento riaprì al pubblico nel 2004, dopo una spesa di 20 milioni di dollari, tranne la ‘corona’ che è aperta da solo un anno.

Ora però bisogna completare l’opera con l’investimento di altri 26 milioni di dollari, tra scale anti-incendio, nuovi ascensori e uscite di sicurezza. Si calcola che più di 5 milioni di persone salgano ogni anni sulla Statua per godere lo splendido panorama attorno, circa 20mila al giorno nel periodo estivo.