Usa. Obama, estate ok, settembre duro, ma sondaggi giù

Pubblicato il 24 Agosto 2015 9:14 | Ultimo aggiornamento: 24 Agosto 2015 9:14
Barack Obama

Barack Obama

USA, WASHINGTON – Mai come questa estate, dall’inizio della sua presidenza, Barack Obama ha potuto godersi un momento di vacanza cosi’ meritata dopo una serie di successi che fanno di questa stagione 2015 tra le piu’ fruttuose del suo mandato. Dalla decisione della Corte Suprema sui matrimoni gay, all’accordo sul nucleare iraniano fino alla riapertura dell’ambasciata americana a Cuba.

Negli stessi giorni e’ atteso a Washington papa Francesco, ma anche la visita di Stato del presidente cinese Xi Jinping. Quindi Obama partecipera’ all’Assemblea Generale dell’Onu e gli occhi saranno puntati sulla sua politica estera, in questa fine di presidenza che poco sembra coincidere con la consueta immagine del presidente ‘anatra zoppa’.

Ma l’estate non e’ stata sempre una stagione fruttuosa per Obama: nel 2011 a tormentarlo era l’economia, nel 2013 le armi chimiche in Siria, lo scorso anno l’emergere dell’Isis da una parte e le violenze a Ferguson dall’altra.

Ma nondimeno, anche dopo i successi, dopo un breve periodo in positivo, torna a crescere il tasso di disapprovazione degli americani nei confronti del presidente. Secondo un sondaggio di Cnn e Orc, il 51% disapprova come l’inquilino della Casa Bianca sta gestendo la presidenza, mentre il 47% lo sostiene. Alla fine di luglio, invece, i giudizi negativi erano pari al 47%, mentre quelli positivi al 49%.

La proiezione mostra che la maggioranza delle persone intervistate disapprova il modo in cui Obama sta gestendo l’economia e gli affari esteri: secondo il 52%, le politiche proposte da Obama porterebbero il Paese nella direzione sbagliata. L’opinione peggiore il presidente la incassa sulla gestione dell’Isis, con il 62% degli intervistati che giudica negativamente il suo operato. Va male anche sul fronte del nucleare iraniano, con il tasso di disapprovazione che in questo caso arriva al 60%.