Usa. Obama e figlie a New York per un weekend di relax senza Michelle

Pubblicato il 19 luglio 2015 10:29 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2015 10:29
Obama e figlie a Central Park

Obama e figlie a Central Park

USA, NEW YORK – “Cool Dad in Chief!”, titolano i giornali americani. Malia e Sasha Obama raramente sono state immortalate così sorridenti e allegre mentre scendono dall’Air Force One atterrato al Jfk di New York. Anzi, ultimamente qualcuno le aveva criticate per essersi fatte fotografare palesemente annoiate, quasi imbronciate, nelle loro apparizioni ufficiali con il padre e la madre. Del resto, la vita delle first daughter non e’ sempre tutta rosa e fiori.

Ma stavolta e’ stata un’occasione speciale: papa’ Barack le ha portate con se’ nella Grande Mela, dove lui aveva un impegno di lavoro, un evento di raccolta fondi per il partito democratico. E ha permesso che le figlie venissero accompagnate anche dalle loro amiche piu’ care.

Un weekend che il presidente americano sognava da tanto, avendo confessato in piu’ di un’intervista di vivere con un certo ‘disagio’ il fatto che le figlie ormai teenager (Malia 17 anni e Sasha 14) si avvicinano sempre piu’ ad una loro vita autonoma.

Cosi’, lasciata a casa mamma Michelle, padre e figlie si sono tuffati in un breve ma intenso weekend a Manhattan. Venerdi’ sera una cena in un ristorante italiano al Greenwich Village, “Carbone”, poi una visita privata al Whitney Museum of America Art, sempre nel Village. Infine un tour “by night” tra le luci della “citta’ che non dorme mai”.

Sabato mattina sveglia tardi e lunga passeggiata al Central Park, con decine di turisti e di curiosi sorpresi dall’incrociare il presidente americano e le figlie ovviamente contornati da numerosi uomini del Secret Service. Nella comitiva, oltre alle amiche di Malia e Sasha, anche la sorella del presidente Obama, Maya Soetoro-Ng, e suo marito Konrad Ng.

Dopo il bagno di folla, il ‘brunch’ in un ristorante di Gramercy Park, uno dei quarieri piu’ esclusivi di downtown Manhattan. Il gran finale, prima di reimbarcarsi sull’Air Force One che ha riportato tutti a Washington, un musical hip hop a Broadway dal titolo “Hamilton”. Ultimamente, un Barack Obama così felice, rilassato e soddisfatto non si era mai visto.