Usa, contro l’obesità infantile San Francisco mette al bando gli happy meal di McDonalds

Pubblicato il 4 Novembre 2010 21:43 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 23:13

La città di San Francisco ha deciso, prima negli Stati Uniti, la messa al bando della vendita degli ‘Happy meals’ per bambini: i tipici pasti offerti dalla catena McDonald – con i giocattolini di plastica in dono di accompagnamento a patatine, burger e polpettine di pollo fritte grondanti grassi saturi, sodio e futuri infarti – non potranno più venire serviti ai più piccoli.

La misura, votata dalla maggioranza del board dei supervisori della città del Golden Bridge in modo da prevenire futuri veti, prevede che i ristoranti possano regalare i pupazzetti di Disney o altri balocchi solo se accompagnati a pasti che non superino le 600 calorie, con un contenuto di grassi inferiore al 35% e di sodio più basso di 500 mg.

L’ordinanza, che era stata osteggiata inutilmente dallo stesso sindaco di San Francisco e colpisce una serie di catene di fast-food, prevede inoltre che i ‘pasti felici’ per i piccoli includano sempre frutta e verdura.

”I bambini d’America sono malati di obesità, i dati sono allarmanti soprattutti per i ragazzini poveri e di colore, e ora sfidiamo finalmente l’industria dei ristoratori a mettere la salute dei nostri giovani al primo posto”, ha detto Eric Mar, fautore della misura al board della città.

”Siamo all’avanguardia di un movimento per la giustizia alimentare che va portato avanti con determinazione perché i costi dell’obesità infantile e delle malattie che la accompagnano sono astronomici”, ha aggiunto.

Secondo i dati dei Centri per la prevenzione delle malattie negli Usa, il 30% dei ragazzini dell’Unione è grasso o sovrappeso. Ma non tutti concordano. Il dibattito tra la gente è acceso da settimane, con gli oppositori che denunciano un ”governo-nonna,che interferisce troppo”.

Danya Proud, portavoce di McDonald, si è detta ”molto disturbata dalla decisione di San Francisco che non piace alla maggior parte della popolazione: i genitori ci ripetono che spetta a loro decidere per la salute dei propri figli e non ai governi locali”.

La misura entrerà in vigore nel dicembre 2011: nel frattempo proprio oggi nei menù McDonald è riapparso un vecchio favorito degli americani, il ‘McRib’, una ‘bomba’ di sandwich di maiale con più del 50% delle calorie proveniente da grassi.

[gmap]