Usa: oltre 2.000 condannati prosciolti in 23 anni

Pubblicato il 21 Maggio 2012 21:45 | Ultimo aggiornamento: 21 Maggio 2012 22:29

NEW YORK, 21 MAG – Oltre 2.000 detenuti, condannati ingiustamente per gravi crimini, sono stati prosciolti negli Stati Uniti negli ultimi 23 anni. Lo rivela un rapporto dell'University of Michigan Law School e della Nortwestern University School of Law.

Secondo quanto riportato dai media americani, lo studio, considerata la lista piu' completa mai compilata, ha raccolto risultati dettagliati su 873 delle duemila persone prosciolte.

In media hanno trascorso 11 anni in prigione (in totale pari a circa 10.000 anni dietro le sbarre), nove su dieci di loro sono uomini e la meta' afroamericani. Il cinquanta per cento dei detenuti sono stati condannati per omicidio, dei quali 101 alla pena capitale, mentre un terzo per violenza sessuale. Le ragioni piu' comuni che ha portato a sentenze sbagliate sono state false testimonianze o false prove, in certi casi create addirittura ad hoc dalle autorita'. I ricercatori hanno avuto conferma anche di altri 1.200 individui incarcerati per errore, ma su questi non sono sinora riusciti a raccogliere informazioni precise.

Il registro compilato dagli esperti va dal 1989 al presente, e per il direttore esecutivo del Centro sulle Condanne Ingiuste Rob Warden si tratta di "un buon inizio".

"Sappiamo che ci sono molti altri casi che non siamo riusciti ad individuare", ha aggiunto Samuel Gross, professore di diritto all'universita' del Michigan. Ad esempio – hanno spiegato gli accademici – ci sono contee molto popolose come quella di San Bernardino in California e quella di Bexar in Texas dove non e' stato rilevato alcun proscioglimento, circostanza che per gli esperti non puo' assolutamente essere corretta.