Usa: preso l’autore della rapina al casinò Bellagio

Pubblicato il 4 Febbraio 2011 8:36 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2011 8:47

LOS ANGELES – Il figlio di un giudice di Las Vegas è stato arrestato e accusato per la rapina nel dicembre scorso di un milione e mezzo di dollari in fiches nell’hotel-casinò Bellagio, reso celebre dal film “Ocean’s Eleven” di Steven Soderbergh. Anthony Carleo, 29 anni, è stato arrestato in una camera dello stesso albergo.

A catturarlo sono stati agenti di polizia in borghese, che si erano spacciati per potenziali acquirenti delle fiches. Gl investigatori hanno recuperato nella stanza d’albergo 900.000 dollari in fiches e hanno individuato un’altra parte del bottino, per un valore di 300.000 dollari. La maggior parte delle fiches aveva un valore nominale di 25.000 dollari, il che le rendeva molto difficile da rivendere.

Nella stanza del rapinatore, figlio di un giudice della città, è stata trovata anche una notevole quantità di droga, e il giovane è stato incriminato anche per detenzione di stupefacenti. La rapina era avvenuta il 15 dicembre scorso. Carleo era entrato armato nella dala da gioco, aveva catturato un croupier e aveva infilato le fiches nel suo zaino, prima di fuggire in moto.