Usa. Dichiarato morto, è stato arrestato per l’omicidio di una dodicenne 16 anni fa

Pubblicato il 15 novembre 2010 10:57 | Ultimo aggiornamento: 15 novembre 2010 10:57

Thomas Steven Sanders

Un uomo dichiarato legalmente morto 16 anni fa in Mississippi è stato arrestato con l’accusa di aver rapito e ucciso una dodicenne di Las Vegas il cui corpo è stato rinvenuto nella Louisiana centrale, a quanto ha reso noto l’FBI.

Secondo l’Associated Press, la portavoce dell’Fbi Sheila Thorne ha dichiarato che l’uomo, Thomas Steven Sanders, è stato arrestato domenica ad una fermata d’autobus a Gulfport, Mississippi. L’arresto ha posto fine ad una massiccia caccia all’uomo svoltasi per 16 anni in tutti gli Stati Uniti.

A quanto si è appreso, Sanders ha abbandonato la sua famiglia nel 1987 ed è stato dichiarato morto da un tribunale del Mississippi nel 1994. L’uomo è riuscito a passare sempre inosservato nonostante che sia stato arrestato varie volte per reati minori.

5 x 1000

Sanders, 53 anni,era ricercato per il rapimento di Lexis Roberts, il cui scheletro è stato ritrovato da cacciatori il mese scorso. Non si hanno notizie della madre, Suellen Roberts, che secondo gli inquirenti non è coinvolta nell’omicidio della figlia.

Nonostante fosse dichiarato morto, Sanders si è spostato facilmente in varie parti del Paese. Ha vissuto in Mississippi, Louisiana, Tennessee, Georgia e Nevada lavorando come operaio, saldatore e raccoglitore di ferraglia.

I cacciatori hanno trovato i resti di Lexis in Catahoula Parish, Lousiana, l’8 ottobre. Secondo gli inquirenti la bambina è stata uccisa con un colpo di arma da fuoco.