Usa, resta rinchiuso in una sala del carcere per 30 ore: era andato a trovare il figlio

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Luglio 2014 20:07 | Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2014 20:07
Usa, resta rinchiuso in una sala del carcere per 30 ore: era andato a trovare il figlio

carcere di Cook County a Chicago

CHICAGO – Quanto accaduto in un carcere americano ha dell’incredibile. Un uomo la cui identità non è stata resa nota, era andato a trovare il figlio rinchiuso nel carcere di Cook County di Chicago ed è rimasto rinchiuso per gran parte del week end in una sala visite.

L’uomo, come tutte le settimane, sabato 5 luglio era andato a fare visita al figlio detenuto da 13 mesi per reati legati agli stupefacenti. Il giovane, però, era stato trasferito in un’altra ala della prigione e il padre si è perso, entrando in una sala visite inutilizzata nel fine settimana attraverso una porta socchiusa, richiudendola poi alle sue spalle.

L’uomo ha capito di essere rimasto intrappolato ed ha iniziato ad urlare e a bussare ripetutamente, ma senza successo. Solo nella notte tra domenica 6 e lunedì 7 luglio, ossia dopo 30 ore di prigionia, ha utilizzato uno degli sgabelli presenti nella sala per rompere i vetri allertando così la sicurezza. Grazie a questa intuizione, l’uomo è stato soccorso dai pompieri.

Cara Smith, il direttore del carcere, sull’episodio non riesce a nascondere l’imbarazzo. Al Chicago Tribune che ha diffuso la notizia solo un paio di giorni fa, ha raccontato: “Siamo davvero mortificati per quello che è successo, è stata una serie davvero sfortunata di coincidenze. In quell’area non ci sono telecamere ma le avremmo installate a breve”. La Smith ha ribadito che la sala in cui l’uomo è rimasto rinchiuso, non era controllata perché inutilizzata durante i fine settimana.