USA / Se un partner non basta più si può diventare “Poliamoristi”

Pubblicato il 29 Luglio 2009 12:51 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 12:51

Il simbolo ufficiale è costituito da un cuore rosso con all’interno, in blu, il segno che in matematica indica l’infinito. Si tratta dei Poliamoristi, movimento nato negli Usa negli anni sessanta ed in forte espansione, che raduna coloro che sostengono la necessità di amori plurimi.

A New York l’organizzazione dispone di un sito internet (www.poli.ny.com) e coinvolge persone che hanno impostato la loro vita all’insegna della coppia aperta. C’è chi insinua che il movimento sia in realtà di matrice gay e che ci sia quindi più che altro la necessità e la volontà di ufficializzare legami omosessuali. Una interpretazione che non piace, ed anzi viene respinta dai sostenitori del movimento che sottolineano invece l’importanza di un tale riconoscimento per le coppie eterosessuali.

Personaggi noti alle cronache come Hugh Hefner e Tilda Swinton  non fanno mistero di amare più di una persona per volta, mentre telefilm e reality show hanno come tema conduttore i rapporti plurimi dei protagonisti. Teresa Greenan , che vive con due uomini, è autrice e protagonista della fiction  Family trasmessa via web e molto seguita dal pubblico.

Il fenomeno viene comunque costantemente monitorato e secondo un sondaggio del sito di O Prah Winfrey circa sette americani su cento sono coinvolti in relazioni aperte.