Usa, il 75% dei cittadini è favorevole ai gay nelle forze armate

Pubblicato il 12 Febbraio 2010 21:36 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2010 15:12

Tre quarti degli americani sostengono apertamente l’arruolamento dei gay nelle forze armate Usa: secondo un nuovo sondaggio condotto da Washington Post e Abc, questa scoperta potrebbe dare slancio allo sforzo dell’amministrazione Obama nello smantellare la politica conosciuta come «non chiedere, non dire».

Il sostegno dell’opinione pubblica supera di gran lunga quello della primavera del 1993, quando il Congresso e l’amministrazione Clinton avevano intrapreso questo tipo di politica. Funzionari civili e militari tenuto le prime riunioni questa settimana per iniziare la revisione del «non chiedere, non dire». Questo tipo di politica vieta ai comandanti di chiedere informazioni sulla sessualità dei soldati.

Il presidente Obama ha chiesto l’abrogazione di questa procedura e anche i vertici del mondo civile e militare hanno espresso il loro sostegno per la cancellazione di questa pratica. Il segretario alla Difesa, Robert M. Gates la scorsa settimana ha nominato il generale Carter F. Ham, comandante delle forze Usa in Europa, e Jeh C. Johnson, consulente del Dipartimento della Difesa generale, che guideranno una squadra per studiare una possibile abrogazione.

Ham è volato dalla Germania a Washington per incontrare prima Johnson, e poi i funzionari di vertice della Difesa: ma la maggior parte delle riunioni sono state rinviate a causa della tempesta di neve che ha paralizzato la capitale. Sarà questo team a formulare le raccomandazioni per Gates entro la metà di marzo: l’obiettivo è quello di rivedere l’attuale politica. Il Dipartimento generale nominerà una squadra che studierà una possibile abrogazione.

Una volta che lo studio sarà completo, sarà il team del Pentagono a determinare il modo migliore per un’indagine sui membri in servizio, e sulle loro famiglie. Alcuni funzionari chiederanno alla Rand Corporation di fornire una versione aggiornata dello studio condotto nel 1993.

La percentuale di americani che dicono di sostenere apertamente i gay nell’esercito è di gran lunga superiore al 44% del 1993. Nel nuovo sondaggio, la maggioranza dei favorevoli a tale politica vota i democratici (82%), seguono gli indipendenti (77%) e poi i repubblicani (64%). Gli uomini (65%) e gli anziani (69%) sono di gran lunga meno propensi delle donne (84%) e dei giovani adulti (81% degli under 30).