Usa. Spari nel campus della Virginia Tech: 2 vittime

Pubblicato il 8 Dicembre 2011 19:24 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2011 20:56

WASHINGTON – Spari all’interno del Virginia Tech. Lo rende noto il sito della nota universita’. Il Campus e’ stato completamente isolato. Lo sparatore e’ descritto come un uomo bianco, con una felpa grigia. Sono due le vittime della sparatoria al Virginia Tech. Lo ha confermato il portavoce dell’universita’. Intanto, sempre su twitter, il giornale della facolta’ ‘Collegiate Times’ riferisce che sarebbe stato fermato un sospetto, tuttavia aggiunge che al momento non e’ scattato ai suoi danni l’arresto. Ci sono molte notizie di spari e di attivita’ della Polizia. E’ quanto si legge in un Twitter del giornale dell’Universita’ ‘Collegiate Times’ che sta fornendo le notizie in tempo reale. Una delle due vittime, dalle prime informazioni sommarie, sarebbe un poliziotto. Un testimone, Lerone Graham, sempre su twitter, racconta che ci sarebbe un corpo che giace coperto all’interno di un parcheggio  del Campus.

Subito dopo mezzogiorno, un poliziotto dell’Universita’ ha fermato un’auto per un controllo del traffico di routine, al parcheggio del Coliseum. Durante il fermo, l’agente e’ stato ucciso da un colpo di arma da fuoco. Cosi’ il primo comunicato ufficiale del Virginia Tech ricostruisce quanto accaduto. Sul primo sparo – prosegue la nota – ci sono testimoni oculari. A qual punto, lo sparatore, e’ stato visto scappare a piedi verso un secondo parcheggio, dove e’ stata poi ritrovata la seconda vittima.      Non si conoscono al momento le condizioni dello sparatore.

Pochi minuti dopo la notizia della sparatoria al Virginia Tech scoppia la rabbia, il dolore e la paura su Twitter. ”Oh no, non ancora”, ”Prego per i miei amici, non e’ possibile accada di nuovo”. Sono solo alcuni delle centinaia di messaggi che stanno invadendo il sito di microblogging, da parte di ex studenti o amici che vivono in questi momenti lo stesso incubo del 2007, uando uno studente di origini orientali, Seung Hui Cho, proprio in questo Campus, apri’ il fuoco nei dormitori e nelle aule uccidendo 32 persone. Ovviamente, il Campus, che fu teatro della strage del 2007, continua a essere chiuso al pubblico.

‘Gli studenti sono pregati di twittare a #Collegiate Times se avete informazioni da riferire”. E’ il drammatico twitter che il giornale del Virginia Tech ha appena diffuso sul sito di microblogging che sta informando in tempo reale la sparatoria nello stesso Campus dove furono uccise 32 persone. Un appello agli studenti rintanati negli edifici dell’universita’ e che rende l’idea di come la situazione resti gravissima.

Tutti devono rimanere al sicuro, fermi dove stanno. Tuttavia non risultano le raffiche di cui si aveva dato notizia prima. Al momento, le due vittime gia’ accertate sono le uniche. Cosi’ il giornale dell’universita’, sempre su twitter, smentisce la notizia secondo cui al Campus del Virginia tech ci sarebbero state nuove sparatorie. All’interno del campus del Virginia Tech sono arrivate le teste di cuoio, gli uomini del Swat Team (Special Weapons and Tactics), specializzati in questo tipo di missioni. Secondo il Collegiate Times, hanno gia’ verificato uno dei due edifici sotto osservazione, lo Squires Student Center, senza aver trovato alcuna persona sospetta.