Usa, stacca a morsi il naso di una donna e lo mangia: le aveva negato alcol e sigarette

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 luglio 2018 14:28 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2018 14:28
Naso staccato a morsi e inghiottito: le aveva rifiutato alcol e sigarette

Usa, stacca a morsi il naso di una donna e lo mangia: le aveva negato alcol e sigarette

DALLAS – Una donna di 41 anni ha staccato a morsi e mangiato il naso di una ragazza di 28 anni che si era rifiutata di darle altro alcol e sigarette. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Jessica Collins è stata così arrestata con le accuse di aggressione e lesioni corporali a Conroe, in Texas. La vittima ora ha bisogno di un intervento di chirurgia plastica, ma è sprovvista di un’assicurazione sanitaria e ora i suoi amici hanno messo in piedi una raccolta fondi per aiutarla a raccogliere i 12mila euro necessari per l’operazione.

La vittima, la cui identità è rimasta anonima, ha raccontato di aver passato la serata in un bar lo scorso 11 luglio con la sua vicina di casa, Jessica Collins. Le due donne sono poi rientrate, ma la Collins continuava a chiederle sigarette e alcol. Al suo rifiuto, la Collins l’ha aggredita tirandola per i capelli, l’ha gettata a terra, le ha morso il naso e l’ha mangiato. La giovane vittima ha raccontato: “Non ho avuto il tempo di reagire o di respingerla. Stavo cercando di reagire in tutti i modi, ma non potevo. Tutto ciò che posso ricordare di quello che è successo è il sapore del sangue nella mia bocca”.

Solo entrata in ambulanza, ha capito che le aveva staccato il naso: Ho iniziato a chiamare mio marito da quando sono entrata in ambulanza”, ha detto Tatiana. “Stavo urlando, frasi del tipo: ‘Non ho il naso, ho 28 anni e non ho più il naso”. Ora la giovane dovrà essere sottoposta urgentemente a un intervento di chirurgia plastica ricostruttiva, ma non ha l’assicurazione sanitaria e i suoi amici la stanno aiutando con una raccolta fondi. La Collins invece è stata arrestata e poi rilasciata su cauzione il 16 luglio.