Usa, studio. Con il divorzio le donne perdono i capelli, gli uomini no

Pubblicato il 22 Settembre 2011 12:49 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2011 12:49

CLEVELAND, STATI UNITI – Una ragione in più per non divorziare, almeno per le donne. Mandare all’aria un matrimonio è dura: accordarsi sugli aspetti finanziari, sulla casa, sui bambini, sugli animali domestici e quant’altro aumenta a dismisura il livello di stress. E secondo un nuovo studio tutto quello stress può, tra l’altro, aumentare la perdita di capelli nelle donne.

Il dottor Bahman Guyuron, capo del settore di chirurgia plastica all’University Hospitals di Cleveland, Ohio, ha accertato che le donne che hanno avuto più di un matrimonio perdono i capelli più rapidamente di quelle che sono felicemente sposate. I divorzi invece non hanno effetti sulle capigliature degli uomini, che si diradano per altri motivi, come fattori genetici o il fumo.

La domanda che sorge spontanea è perchè il divorzio ha effetti così diversi sulle donne? Il dottor Guyuron attribuisce il fenomeno alla differenza di sesso. ”Lo stress nell’affrontare un divorzio – spiega – non è così pronunciato negli uomini come lo è per le donne. Gli uomini possono passare da una relazione all’altra molto più facilmente, mentre le donne tendono a volere relazioni stabili e sono infelici più a lungo dopo un divorzio, che le addolora molto più che negli uomini”.

Lo studio del dottor Guyuron, che sarà presentato alla conferenza annuale della Società Americana di Chirurghi Plastici a Denver, Colorado, ha accertato che vi sono anche altri motivi per cui le donne perdono i capelli. In particolare, dormire più di otto ore al giorno, fumare troppe sigarette e stare troppo tempo al sole per la tintarella.

E allora ecco i consigli che il dottor Guyuron fornisce alle donne che tengono alle loro capigliature: portate cappelli e occhiali da sole, moderate il consumo di caffè, limitate le ore di sonno, evitate le sigarette e, soprattutto, ”stabilizzate il vostro matrimonio”.