Usa, Texas. Prima donna giustiziata negli Stati Uniti da tre anni

Pubblicato il 27 Giugno 2013 11:32 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2013 11:32

HUNTSVILLE, STATI UNITI – Lo stato del Texas ha giustiziato nel penitenziario di Huntsville con iniezione letale una donna, Kimberly McCarthy, 52 anni, trovata colpevole di aver ucciso nel 1997 la sua anziana vicina di casa. Secondo il Texas Department of Criminal Justice è la prima esecuzione di una donna negli Stati Uniti da tre anni. Da quando la pena capitale è stata reintrodotta, nello stato nel 1976 sono state messe a morte 500 persone.

La McCarthy, ottava persona giustiziata in Texas quest’anno, è stata trovata colpevole di aver ucciso a coltellate Dorothy Booth, di averle tagliato un dito per impossessarsi dell’anello d’oro e di aver rubato un anello con diamante che poi ha impegnato in un negozio di pegni.

Le esecuzioni di donne sono rare negli Stati Uniti. Dalla reintroduzione della pena di morte sono state giustiziate 1.338 persone, di cui solo 13 donne. Prima della McCarthy l’ultima donna messa a morte è stata Teresa Lewis in Virginia nel 1910. Da alcuni anni aumenta il dibattito, anche nel Texas, sulla pena capitale e sulle condanne poi risultate erronee. Tuttavia essa viene tuttora praticata in 32 stati sui 50 dell’Unione.