Usa, Unabomber in Texas si è fatto saltare in aria

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 marzo 2018 10:35 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2018 11:25
E' stato ucciso dalla polizia l'unabomber del Texas

E’ stato ucciso dalla polizia l’Unabomber del Texas

DALLAS – Il presunto autore degli attentati dinamitardi che negli ultimi giorni hanno sconvolto il Texas, Stati Uniti, sarebbe stato individuato dalla polizia e si sarebbe fatto saltare in aria. L’uomo era nella sua auto quando ha fatto esplodere l’ordigno mentre la polizia si avvicinava al veicolo. Lo riporta Sky News.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

L’uomo sarebbe stato ucciso dopo aver fatto esplodere un ordigno vicino a una strada interstatale in una zona a nord di Austin, in Texas.

Negli ultimi giorni l’autore degli attentati aveva colpito quattro volte ad Austin causando due morti e alcuni feriti ed una volta, martedì 20 marzo, a Schertz, sempre in Texas, dove un pacco bomba è esploso in un centro di distribuzione della FedEx ferendo un dipendente del corriere internazionale.

Il terrore vissuto dagli Stati Uniti è stato quello di trovarsi di fronte ad un nuovo Theodore J. Kaczynski, il matematico criminale che tra il 1978 e il 1995 causò 3 morti e 23 feriti, talora irreversibili, con i suoi attacchi dinamitardi.

Per il presidente americano, Donald Trump, le esplosioni sono opera di “una persona o persone malate”. Trump ha parlato di una situazione “terribile” su cui le autorità “stanno lavorando per fare chiarezza”.

Il pacco di Scherz è esploso poco dopo la mezzanotte mentre si trovava su un nastro trasportatore in una struttura FedEx nella cittadina vicino a San Antonio, a circa un’ora dalla capitale. Il procuratore generale del Texas, Ken Paxton, ha spiegato ai media americani che era stato inviato da Austin e destinato ad una casa della stessa città.

Gli attacchi precedenti, realizzati tutti ad Austin, sono iniziati il 2 marzo scorso, quando un pacco-bomba ha ucciso Anthony Stephan House, un afroamericano di 39 anni. Mentre il 12 marzo un’esplosione è costata la vita al diciassettenne di colore Draylen William Mason e ne ha ferito la madre. E lo stesso giorno un altro pacco-bomba ha provocato il ferimento di una donna ispanica di 75 anni. In tutti e tre i casi sono stati lasciati davanti alle loro abitazioni.

Il 18 marzo si è verificata una nuova esplosione, la quarta, che ha causato due feriti gravi, ma questa volta il pacco è stato sistemato sul ciglio della strada, e azionato dopo aver calpestato un filo collegato al detonatore.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other