Cronaca Mondo

Usa, Università di Harvard sotto inchiesta: avrebbe discriminato studenti asiatici

Università-Harvard-discriminato

Usa, Università di Harvard sotto inchiesta: avrebbe discriminato studenti asiatici

NEW YORK – L’università di Harvard sotto inchiesta. Il dipartimento di Giustizia statunitense ha avviato un’indagine sulle politiche di ammissione del celere ateneo ritenendo che la prestigiosa università americana non rispetti la legge federale e discrimini gli studenti asiatici.

Dalle carte in possesso dei cronisti della Cnn emerge un duello legale: Harvard contesta la prerogativa del ministero di indagare e il dipartimento minaccia causa se l’ateneo non fornirà i documenti entro il primo dicembre. La denuncia, presentata da 64 associazioni asiatico-americane, risale al maggio del 2015.

“La denuncia riporta discriminazioni razziali contro gli asiatici-americani nella politica e nella prassi di ammissione”, spiega Sarah Isgur Flores, portavoce del dipartimento giustizia, assicurando che il ministero “è impegnato a proteggere tutti gli americani da ogni forma di discriminazione razziale”. “Il dipartimento di giustizia esamina seriamente qualsiasi violazione potenziale dei diritti civili e costituzionali dell’individuo”, aggiunge. Da parte sua l’ateneo ha sempre obiettato che le sue politiche non sono faziose e ogni candidato viene considerato senza pregiudizi.

La divisione diritti civili del dipartimento di Giustizia americano lo scorso 17 novembre ha inviato una lettera agli avvocati di Harvard in cui comunica l’indagine sulla presunta violazione del titolo VI del Civil Rights Act del 1964 che proibisce la discriminazione basata sulla razza, il colore o il Paese d’origine per tutte quelle organizzazioni che ricevono fondi federali.

Nonostante Harvard ufficialmente abbia detto di voler collaborare alle indagini, non avrebbe ancora fornito informazioni al dipartimento di Giustizia.

To Top