Usa, New York. Aumentano in grandi città senzatetto e affamati

Pubblicato il 18 Dicembre 2013 15:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2013 15:04
Una senzatetto a New York

Una senzatetto a New York

USA, NEW YORK – Nonostante un’economia in ripresa e la disoccupazione in calo, aumentano nelle grandi e medie citta’ Usa i senzatetto, gli affamati che non hanno i soldi per pagarsi da mangiare: a denunciarlo e’ la Conferenza dei Sindaci americani in un sondaggio che ha coinvolto 25 aree metropolitane, da New York a Los Angeles, a Chicago a Washington. Si tratta della ‘poverta” urbana’.

A Los Angeles ad esempio, lo scorso anno gli ‘homeless’ sono cresciuti di un drammatico 26%, ed al 16% di costoro e’ stato negato alcun aiuto finanziario pubblico per un alloggio. A Chicago l’incremento dei senzatetto e’ stato dell’11,4% negli ultimi 12 mesi, e dei ‘senza cibo’ del 6%.

Ogni notte nelle strade di Los Angeles dormono almeno 20.000 persone, di queste 2.000 sono bambini. Nei dormitori, le pubbliche amministrazioni permettono l’ingresso di sempre piu’ cittadini. Con un tasso di poverta’ a livello nazionale al 15%, vicinissimo al peggiore (pari al 15.1%) registrato nella storia recente dell’Unione della Grande Depressione, i sindaci temono un peggioramento della situazione per il 2014.

Gli esperti sono preoccupati in particolare per i recenti tagli ai buoni pasto e per la legge di bilancio approvata, che non rinnova i benefici per i disoccupati da lungo tempo. Dopo Natale non riceveranno piu’ gli assegni di sostegno. A livello globale, negli Stati Uniti, il numero dei senzatetto e’ salito del 3% nelle citta’ analizzate, ma per il 2014 l’indagine prevede un ulteriore incremento. Ad influenzare il trend e’ in particolare il costo delle case in affitto, salito del 12% negli ultimi 5 anni.

Meno grave la situazione dell’occupazione: A San Francisco, ad esempio, infatti il 22% degli ‘homeless’ ha un lavoro. Brutte anche le statistiche sulla mancanza di cibo: il 21% degli americani che ha fatto richiesta per i buoni alimentari per poverta’ non li ha ricevuti, e 21 citta’ hanno riportato un aumento delle domande, salite in media del 7%. “Gli affamati ed i senza casa continuano ad essere qui, con noi, siamo preoccupati che il governo di Washington non capisca cosa succede nei quartieri delle nostre citta’”, ha dichiarato Tom Cochran, direttore della Conferenza dei sindaSi.(ANSA)