Usa. New York Times chiude primo trimestre in rosso, $14 milioni

Pubblicato il 2 Maggio 2015 9:59 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2015 9:59
Il New York Times

Il New York Times

USA, NEW YORK – Il New York Times chiude il primo trimestre in rosso, con una perdita di 14 milioni di dollari. A pesare sono i costi legati alle pensioni e un calo nella raccolta pubblicitaria sulla carta stampata. L’utile operativo corretto e’ salito a 59 milioni di dollari dai 57 dello stesso periodo dell’anno scorso, grazie al calo dei costi che e’ riuscito a bilanciare la flessione dei ricavi.

Nota positiva nei conti e’ l’aumento degli abbonamenti digitali, saliti di 47.000 unita’ a un totale di 957.000: l’aumento del 20% e’ il maggiore dal primo trimestre 2014 e si tratta del risultato migliore dal quarto trimestre 2012. Gli abbonamenti digitali sono responsabili per 46 milioni di dollari di ricavi nel primo trimestre, il 14% in piu’ rispetto allo stesso perdio del 2014.

I ricavi totali sono calati dell’1,6% a 384 milioni di dollari. I ricavi da circolazione sono saliti dell’1%, grazie all’aumento dei prezzi di consegna a domicilio che ha bilanciato il calo delle copie vendute. La pubblicita’ online e’ salita dell’11%, ma quella sulla carta stampa – che rappresenta la quota maggiore dei ricavi e quella con i piu’ alti margini di guadagno – e’ calata dell’11%. Complessivamente i ricavi da raccolta pubblicitaria sono scesi del 5,8%.

L’ amministratore delegato del New York Times, Mark Thompson, ha detto che il giornale continuerà ad aumentare gli investimenti digitali.