In vacanza ai Caraibi contraggono le larve migrans: “Non camminate a piedi nudi sulla sabbia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2018 18:38 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2018 18:38
Vacanza Caraibi larve migrans

In vacanza ai Caraibi contraggono le larve migrans

ROMA – Tornati da una vacanza in Repubblica Dominicana, ciò che è rimasto loro è un monito da rivolgere ai futuri turisti: “Fate attenzione a quando camminate sulla sabbia”.

Katie Stephens, 22 anni, e Eddie Zytner, 25 anni, in un’intervista ai media americani hanno spiegato che i loro piedi sono diventati “notevolmente irritati” nella loro vacanza di una settimana ai Caraibi dopo aver passeggiato per le spiagge dell’IFA Villas Bavaro Resort a Punta Cana.

“Ci dovevamo grattare i piedi ogni secondo” ha detto Katie venerdì scorso all’emittente CTV News. “Avevamo sentito parlare di pulci di sabbia e all’inizio pensavamo si trattasse di quello”. Ma dopo essere tornati a casa in Ontario, Eddie ha detto di essersi allarmato quando ha notato che i suoi piedi si erano gravemente gonfiati e si erano formate delle piccole protuberanze sulla punte.

All’inizio i medici non hanno neanche capito cosa li avessi colpiti. Poi uno specialista, avendo visto sintomi simili da un turista che aveva viaggiato di recente in Thailandia, ha spiegato loro che avevano contratto le larve migrans, più comunemente conosciute come anchilostomi, molto probabilmente mentre camminavano a piedi nudi sulla spiaggia.

Si tratta di vermi parassiti, diffusi soprattutto ai Caraibi, che riescono a farsi strada nella pelle umana se si viene a contatto con una superficie infetta. Condizione che può essere trattata con un farmaco chiamato ivermectina.

I due fidanzati hanno voluto pubblicare la propria esperienza su Facebook per sensibilizzare gli altri viaggiatori e, eventualmente, aiutare i medici che si trovano di fronte a situazioni del genere in futuro. “Vogliamo che sappiano cosa cercare. A noi ci sono voluti diversi viaggi in ospedale per scoprire cosa avevamo”, ha detto Eddie.