“Vampiro” arrestato: dipendente dal sangue dopo traumi infantili

di Gianluca Pace
Pubblicato il 11 Febbraio 2013 16:21 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2013 16:22
"Vampiro" arrestato: dipendente dal sangue dopo traumi infantili

“Vampiro” arrestato: dipendente dal sangue dopo traumi infantili

ROMA – Credi nei vampiri? No? Esistono? Fantasie? Forse. In Turchia i medici sono convinti di aver trovato un vampiro. Più o meno. Un uomo dipendente dal sangue. Dal bere sangue. Un uomo sposato che ha iniziato a tagliarsi, a ferirsi braccia, petto, pancia con lame di rasoio e raccogliendo il sangue nelle tazze per poi berlo. Non solo.

Il padre, preoccupato per le sorti del figlio, ha anche iniziato a procurargli ‘borse di sangue’ per sfamarlo. Tutto inutile. Il ‘vampiro’, non soddisfatto, è stato arrestato dopo aver aggredito e accoltellato molte persone in cerca di sangue fresco da bere.

I medici sono convinti che il ragazzo si sia trasformato ‘in un vampiro’ dopo aver subito diversi eventi traumatici durante l’infanzia. Prima testimone dell’omicidio di un suo amico – al quale degli sconosciuti hanno tagliato testa e pene proprio davanti ai suoi occhi – poi sconvolto dalla morte della figlia di quattro mesi. Infine l’omicidio dello zio.

L’uomo, che afferma di non aver ricordi della sua infanzia, avrebbe inoltre dichiarato di esser torturato continuamente da un amico immaginario, amico che lo costringerebbe ad atti di violenza contro se e gli altri.