Velisti dispersi, moglie Aldo Revello: “Hanno azionato l’allarme, sono sulla zattera”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 maggio 2018 22:45 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2018 22:45
Aldo Revello e Antonio Voinea

Aldo Revello e Antonio Voinea

LA SPEZIA – “L’ ‘epirb’ dell’imbarcazione (il dispositivo di allarme) non si aziona a contatto con l’acqua, ma manualmente. Questo significa che Aldo e Antonio hanno avuto il tempo di scendere sotto coperta e poi di risalire per lanciare la zattera di salvataggio”.

Rosa Cilano, moglie di Aldo Revello, uno dei due skipper dispersi dal 2 maggio nell’Atlantico (l’altro è Antonio Voinea), ha verificato grazie all’aiuto di esperti e velisti questo dettaglio “importante”. “Se prima ero sicura al 90% che fossero su una zattera, adesso lo sono al 100%“, dice.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

L’informazione è stata messa a disposizione delle autorità portoghesi che stanno operando nella zona (Revello e Voinea sono dispersi a circa 300 miglia dalle Isole Azzorre) . L’azionamento dell’Epirb – acronimo che sta per Emergency position indicating radio beacons, in sostanza un trasmettitore radio che indica la posizione dell’imbarcazione in stato d’emergenza – insieme al lancio della zattera “non necessità più di 90 secondi” per due esperti come Revello e Voinea. “Abbiamo molte persone che ci stanno supportando e aiutando. C’è una petizione in corso per far proseguire le ricerche. Io non mollo”, aggiunge Cilano.

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano, fa intanto sapere via Twitter che “il collega Augusto Santos Silva mi ha appena confermato, al telefono, che il governo portoghese è determinato a proseguire le operazioni di ricerca in mare di Revello e Voinea. Siamo in contatto con i familiari. Grazie al Portogallo per l’amicizia dimostrata”.

Aggiunge una nota della Farnesina: “Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, ha avuto un colloquio telefonico con il suo omologo portoghese Augusto Santos Silva sulla vicenda del Sig. Revello, scomparso nelle acque territoriali portoghesi dal 2 maggio. Il ministro Alfano ha innanzi tutto espresso al ministro Santos il ringraziamento italiano per gli sforzi finora profusi dal Portogallo per cercare il Sig. Revello e il suo compagno di viaggio Antonio Voinea, inclusa la decisione di Lisbona di affiancare una nave della Marina portoghese alla Fregata italiana ‘Alpino’ per cooperare nelle operazioni di ricerca e salvataggio”.

“Da parte sua – conclude la nota – il ministro Santos ha assicurato che il Portogallo è determinato a proseguire con la massima cura e attenzione le operazioni di ricerca in mare di Revello e Voinea”