Venezuela, rilasciata Laura Gallo: l’attivista italiana era stata arrestata il 23 gennaio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Gennaio 2019 21:09 | Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2019 21:18
Venezuela, rilasciata Laura Gallo: l'attivista italiana era stata arrestata il 23 gennaio (foto Ansa)

Venezuela, rilasciata Laura Gallo: l’attivista italiana era stata arrestata il 23 gennaio (foto Ansa)

ROMA – L’attivista italo-venezuelana arrestata lo scorso 23 gennaio durante una manifestazione in Venzuela, Laura Gallo, è stata liberata dall’autorità giudiziaria di Yaracuy.

A confermare la notizia è stato l’ambasciatore italiano a Caracas Silvio Mignano.

Un’altra conferma è poi venuta dal giornalista locale Said Gutierrez, che ha pubblicato su Twitter una foto della Gallo mentre esce da un commissariato di polizia a Guama, a Yaracuy, insieme ad una avvocatessa del Foro Penal che l’ha assistita. Gutierrez ha segnalato che Gallo è stata scarcerata perché ha ottenuto l’arresto domiciliare per motivi di salute. Laura Gallo è madre di Gabriel Gallo, leader locale di Volontà Popolare, il partito di Juan Guaidò, il presidente del Parlamento venezuelano che ha assunto i poteri dell’Esecutivo.

Laura Gallo era stata arrestata insieme ad altre 31 persone durante una retata governativa proprio la sera in cui Juan Guaidó aveva comunicato pubblicamente di aver assunto l’incarico di presidente della Repubblica ad interim.

In una udienza particolarmente sbrigativa, come racconta Repubblica, il giudice ha disposto la liberazione immediata della donna che, stavolta in assenza di opposizione da parte della procura, è stata scarcerata. “Ancora non conosciamo esattamente il contenuto della decisione – ha commentato il figlio – Adesso portiamo mamma a casa. Nei prossimi giorni vedremo i documenti e cercheremo di capire se la decisione è definitiva, come pare, o provvisoria”. Insieme alla donna sono state scarcerati altri 19 minorenni, compresi gli undici arrestati nella stessa retata.