Pacifista italiano ucciso a Gaza: gli ultimi due post di Vittorio Arrigoni

Pubblicato il 15 Aprile 2011 9:33 | Ultimo aggiornamento: 15 Aprile 2011 9:35

Vittorio Arrigoni (foto Ansa)

GAZA – L’attivista pacifista italiano Vittorio Arrigoni è stato ucciso a Gaza. Sul suo blog www.guerrillaradio.iobloggo.com rimangono gli ultimi post scritti poco prima di essere rapito, nella mattina di giovedì 13 aprile. L’ultimo riguarda la morte di quattro palestinesi per il crollo di un tunnel dove si fa mercato nero. Il penultimo post riguarda invece Silvio Berlusconi e la partenza della ‘Freedom Flotilla’ per Gaza. Riportiamo qui di seguito i due post integrali:

Ultimo post. Quattro lavoratori sono morti ieri notte per via del crollo di uno dei tunnel scavati dai palestinesi sotto il confine di Rafah. Tramite i tunnel passano tutti i beni necessari che hanno permesso la sopravvivenza della popolazione di Gaza strangolata da 4 anni dal criminale assedio israeliano. Dai tunnel riescono a entrare nella Striscia beni principali quali alimenti, cemento, bestiame.

Anche gli ospedali della Striscia si approvvigionano dal mercato nero dei tunnel. Dall’inizio dell’assedio a oggi più di 300 palestinesi sono morti al lavoro sotto terra per permettere ad una popolazione di quasi 2 milioni di persone di sfamarsi. E’ una guerra invisibile per la sopravvivenza. I nomi degli ultimi martiri sono: Abdel Halim e suo fratello Samir Abd al-Rahman Alhqra, 22 anni e 38 anni, Haitham Mostafa Mansour, 20 anni, e Abdel-Rahman Muhaisin 28 anni.

Restiamo Umani

Vik da Gaza city

Penultimo post. Silvio Berlusconi oggi: “faremo in modo di impedire la partenza della Freedom Flotilla per Gaza.”Secondo quanto riferisce la radio israeliana secondo Berlusconi la missione della Flotilla non lavorerebbe in supporto alla pace nella regione. Proponendo dei negoziati da tenersi in Sicilia (nelle tenute di Vittorio Mangano?), il premier “bunga bunga” ha ricordato per l’ennesima volta che Israele è l’unico paese mediorientale amico dell’Occidente, e che dovrebbe entrare a far parte dell’Unione Europea. Berlusconi spinge per l’adesione d’Israele alla Comunità Europea, e contemporaneamente farà cacciare l’Italia al più presto.

Vi prego, ditemi che è la solita barzelletta…

Stay Human

Vik da Gaza city