Vladimir Putin “rubò” l’anello del Super Bowl. L’accusa del miliardario Kraft

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2013 13:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2013 13:26
Vladimir Putin "rubò" l'anello del Super Bowl. L'accusa del miliardario Kraft

L’anello del Super Bowl

MOSCA – Vladimir Putin ha rubato l’anello del Super Bowl? Imbarazzo al Cremlino, che ha subito negato. “Era un regalo”, ha detto alla Cnn il portavoce Dmitri Peskov. Ma non sarebbe andata così secondo Robert Kraft, miliardario americano proprietario dei New England Patriots, la squadra che si era aggiudicata il prezioso tempestato di diamanti vincendo il campionato di football.

Kraft era  era in visita dal presidente russo a San Pietroburgo. Gli volle mostrare l’anello. Putin lo prese, lo osservò bene, e poi se lo mise in tasca.

I fatti risalgono al 2005, ma solo adesso Kraft li ha rivelati al New York Post. Un incidente non da poco, per di più se si considera che quell’anello vale 25mila dollari.

“Se lo mise al dito e disse: ‘Con questo anello posso uccidere qualcuno'”, ha raccontato Kraft al New York Post. Poi Putin se lo sarebbe messo in tasca, e quando Kraft ha fatto per chiederglielo sarebbe stato bloccato da tre uomini del Kgb.

Per Peskov le cose sono andate diversamente. “Quello che dice adesso il signor Kraft è molto strano. Ero a 20 centimetri da lui e Putin: ho visto e sentito Kraft consegnare l’anello come un omaggio”. Tanto che adesso l’anello è custodito  nella biblioteca del Cremlino, dove  si trovano tutti i doni di Stato.

La storia sarebbe venuta fuori solo adesso perché all’epoca il presidente americano George Bush, venuto a sapere dell’incidente, avrebbe detto a Kraft di lasciar perdere, per evitare un un imbarazzo diplomatico. La Casa Bianca resta in silenzio.