Farrah Fawcett, Andy Warhol e il ritratto sparito: è a casa di Ryan O’Neal

Pubblicato il 24 Giugno 2011 - 17:22 OLTRE 6 MESI FA

Il ritratto di Farrah Fawcett dipinto da Andy Warhol

ROMA – L’attrice Farrah Fawcett morì di cancro il 25 giugno del 2009. A due anni dalla sua scomparsa il mistero del quadro smarrito, quelli del suo ritratto dipinto da Andy Warhol, sembra finalmente risolversi. Alla lettura del testamento di della Fawcett, morta a 62 anni, vi fu grande sorpresa infatti nell’apprendere che a Ryan O’Neal, suo compagno per oltre tre decenni e accanto a lei negli ultimi istanti di vita, l’attrice non aveva lasciato nemmeno un centesimo dei 6 milioni di dollari della sua fortuna.

Una parte dei suoi averi (4,5 milioni) andarono al figlio Redmond Fawcett O’Neal, mentre all’università del Texas l’attrice lasciò la sua vasta collezione d’arte, in ricordo degli studi di storia dell’arte fatti prima di darsi al cinema, compresi i due ritratti che Andy Warhol le aveva fatto nel 1980.

Peccato però che una delle due serigrafie, raffigurante Farrah con le labbra rosso fuoco, la pelle candida e gli occhi verdi, del valore di 30 milioni di dollari, non sia mai stata recapitata al campus di Austin e, malgrado l’università abbia pure assunto un investigatore privato per ritrovarla, nessuno ne ha più saputo nulla fino ad ora.

Ma durante la prima puntata del reality show “Ryan and Tatum: ai tempi del matrimonio”, che celebra la riconciliazione fra padre e figlia dopo otto anni di litigi, sul muro dietro al letto di O’Neal nella sua casa di Malibu si è visto un quadro che pare sorprendentemente simile al Warhol sparito.

Un ulteriore indizio sul fatto che si tratti realmente del dipinto in questione è arrivato dalla nuova biografia di Tatum, intitolata “Found: A Daughter’s Journey”, uscita in concomitanza con il reality, nella quale si legge che “su ogni muro della casa di mio padre ci sono fotografie nostre e del resto della famiglia negli anni d’oro, come il poster originale di Paper Moon e il dipinto di Farrah fatto da Andy Warhol”.