Westerwelle: "In Siria 5 mila morti per la repressione"

Pubblicato il 12 Dicembre 2011 22:03 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2011 22:09

NEW YORK, 12 DIC – Sono ormai 5.000 le persone morte in Siria a causa della repressione delle manifestazioni per la democrazia, ha affermato oggi il ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle entrando al Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

Si tratta di persone che chiedevano liberta' e i loro diritti civili e umani, ha detto il ministro ai giornalisti.