William Klinger, italiano ucciso a New York. Killer: “Lite per un terreno”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 febbraio 2015 16:30 | Ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2015 16:30
William Klinger, italiano ucciso a New York. Killer: "Lite per un terreno"

William Klinger

NEW YORK – Sarebbe stata una lite per un terreno il movente che ha portato all’uccisione a New York dello storico italiano William Klinger, freddato con un colpo di pistola in un parco del Queens. A confessarlo l’omicida Alexander Bonich, 49 anni, arrestato dalla polizia. Secondo la testimonianza di Bonich, traduttore di origine croata, lo storico avrebbe dovuto vendergli del terreno che possedeva nel nord dell’Italia. Poi evidentemente la trattativa è andata male e i due hanno litigato. Tra le altre cose Klinger era anche ospite nella casa del suo killer ad Astoria.

Dopo l’omicidio, lo scorso sabato pomeriggio, la polizia è risalita a Bonich attraverso delle ricevute di un paio di negozi trovate nelle tasche di Klinger. I video delle telecamere a circuito chiuso hanno mostrato la vittima insieme ad un’altra persona. Con l’aiuto di un interprete gli agenti hanno contattato la moglie la quale ha detto che il marito aveva un amico ad Astoria. Bonich e’ stato anche incastrato da un altro video che lo riprende mentre cerca di sbarazzarsi degli effetti personali di Klinger.