Yemen. Cina ed India annunciano evacuazione migliaia loro cittadini

Pubblicato il 30 Marzo 2015 9:18 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2015 9:18
Combattimenti nello Yemen

Combattimenti nello Yemen

CINA, PECHINO – La Cina ha annunciato misure di emergenza per l’evacuazione dei suoi cittadini che si trovano nello Yemen e la sospensione della sua partecipazione ai pattugliamenti anti-pirateria nelle acque del Golfo Arabico.

I media cinesi affermano che tre navi da guerra cinesi sono state inviate nel porto yemenita di Aden per evacuare 500 cittadini cinesi che rischiano di essere presi nel fuoco incrociato tra i ribelli Houti filoiraniani e i fedeli del presidente Mansur Hadi sostenuti da un coalizione guidata dall’Arabia Saudita.

E’ la seconda volta che la marina militare cinese e’ impegnata in un’azione di questo tipo: nel 2011 circa 35mila cinesi furono evacuati dalla Libia, sconvolta dalla guerra civile che si e’ conclusa con l’assassinio del dittatore Muammar Gheddafi.

Finora non si e’ avuta notizia di vittime cinesi nello Yemen. Pechino ha notificato agli altri Paesi che partecipano al pattugliamento anti-pirateria il ritiro temporaneo delle sue navi da guerra dalla missione per permettere loro di organizzare l’ evacuazione. Il ministero della difesa di Pechino ha affermato di non essere in grado di indicare quando le navi cinesi potranno riprendere i pattugliamenti.

Anche l’India organizzerà un ponte aereo per evacuare oltre 4 mila cittadini dallo Yemen, dove da cinque giorni continuano i bombardamenti dei ribelli sciiti Houthi. In un tweet, il ministro degli Esteri, la signora Sushma Swaraj, ha annunciato che New Delhi “ha ottenuto il permesso dallo Yemen di usare l’aeroporto di Sanaa per tre ore al giorno”.

Oltre al ponte aereo, New Delhi invierà anche una nave in grado di ospitare 1.500 passeggeri per accelerare il rimpatrio dei propri cittadini dal Paese arabo. In Yemen, secondo il ministro, ci sono 4.144 indiani, tra cui 3.100 nella capitale e il resto nella città portuale di Aden. La maggior parte sono infermiere e personale paramedico provenienti dallo stato meridionale del Kerala.