Yemen/ Uccisi sette dei nove stranieri rapiti venerdi, corpi mutilati, salvi solo due bambini del gruppo

Pubblicato il 15 giugno 2009 13:02 | Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2009 13:54

Sette dei nove stranieri rapiti venerdì nello Yemen sono stati uccisi a acolpi di arma da fuoco. Tra le vittime ci sono un bambino e tre donne tedesche, i cui corpi sono stati mutilati, a quanto riferiscono le tv satellitari arabe Al Arabiya e Al Jazeera.

Del gruppo facevano parte tre bambini, i loro genitori e due infermiere, tutti tedeschi, un ingegnere britannico e sua moglie, un’insegnante sudcoreana. Si sono salvati solo due dei tre bambini.

Secondo la Reuters e la Bbc, invece,  sarebbero stati ritrovati solo i  cadaveri di tre delle quattro donne che facevano parte del gruppo.

Le vittime facevano parte di un’organizzazione internazionale che da 35 anni opera nell’ospedale di Saada, la provincia dove è avvenuto il sequestro, al confine con l’Arabia Saudita.

Domenica il ministero della Difesa aveva attribuito il rapimento a un gruppo ribelle sciita, che ha negato ogni responsabilità. Secondo un leader tribale locale il rapimento e la strage potrebbero essere opera di Al Qaeda.