Cronaca Mondo

New York. De Blasio ora mangia la pizza con le mani, via forchetta e coltello

De Blasio addenta una fetta di pizza

De Blasio addenta una fetta di pizza

USA, NEW YORK – Dopo il cosiddetto “scandalo pizza-gate”, Bill de Blasio rompe gli indugi e la tradizione di famiglia, e mangia la pizza con le mani: l’iniziazione è avvenuta in tv, durante il “Daily Show” con Jon Stewart. Si tratta della prima apparizione per il sindaco di New York ad un “late night show”, un programma di seconda serata, a un mese dal suo insediamento a City Hall.

Perfettamente a suo agio, de Blasio ha esordito con una battuta sulla neve a New York e le polemiche per come è stata gestita nell’Upper East Side, dove i cittadini si sono lamentati per la mancanza di un pronto intervento. Con la città di nuovo coperta dalla neve, Stewart ha fatto notare che questa è la terza pesante nevicata da quando de Blasio è sindaco. “Durante i 12 anni di mandato del miliardario Michael Bloomberg – ha detto – non ha mai nevicato una volta”. “Credo che lui abbia pagato l’uomo giusto – ha replicato De Blasio – ha i soldi per farlo”.

Ma in realtà è stato l’argomento pizza a tenere banco. Stewart ha invitato il sindaco a mangiarla nel modo “giusto”: “Lei è un uomo del popolo, mangi come uno di loro”, gli ha detto. E invece, de Blasio ha tirato fuori dalla giacca forchetta e coltello. “Come sindaco di Napoli, intendo di New York, siamo sempre pronti per la nostra pizza”, ha spiegato scherzando, e aggiungendo che il mangiare la pizza in quel modo gli viene dai suoi antenati italiani.

A quel punto, sono partiti dei fischi dalla platea e messo alle strette de Blasio ha afferrato un pezzo di pizza con le mani e ha iniziato a mangiarlo. Intanto, la forchetta “incriminata” – quella usata da de Blasio per mangiare la pizza in una pizzeria di Staten Island, dando così il via al “pizza-gate” finito su tutti i giornali – andrà addirittura all’asta, ma per beneficenza: Il ricavato andra’ a favore del Sandy Relief, il fondo per le vittime dell’uragano Sandy.

To Top