YOUTUBE Osama Bin Laden: video e foto inediti. Lui anti Occidente, figli vedevano Tom & Jerry…

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 novembre 2017 14:01 | Ultimo aggiornamento: 2 novembre 2017 14:01
osama-bin-laden

YOUTUBE Osama Bin Laden: video e foto inediti. Lui anti Occidente, figli vedevano Tom & Jerry…

WASHINGTON – La Cia ha pubblicato oggi migliaia di documenti, video, audio e foto confiscati nel maggio 2011 nel corso del raid dei Navy Seal americani in cui venne ucciso Osama Bin Laden, nel covo di Abbottabad, in Pakistan.

L’imponente pubblicazione (470.000 file) include le lettere del fondatore di Al Qaeda, comunicazioni familiari, foto anche di leader dell’organizzazione e video considerati “rilevanti” dalla Cia per “comprendere i piani e il metodo di lavoro delle organizzazioni terroristiche”. La gran parte del materiale è in arabo.

Tra i video ce ne sono alcuni con cartoni animati americani come Tom e Jerry e film per bambini quali L’era glaciale, Chicken Little, Cars, Antz, oltre al documentario Where in the World is Osama bin Laden?. In altri filmati si vede l viso del figlio Hamza, ora divenuto uno dei simboli più importanti della propaganda di al Qaeda, e di cui fino ad oggi erano circolati solo messaggi audio.

I video immortalano il matrimonio del giovane, al quale presenziarono diversi leader dell’organizzazione terroristica, compreso Mohammed Islambouli, il fratello dell’assassino del presidente egiziano Anwar Sadat.

Oltre ai file trovati nei pc di Bin Laden, la pubblicazione annovera il diario del defunto leader di al Qaeda: 288 pagine scritte a mano. “Il mio primo viaggio da solo, per la jihad, fu nel 1976, in Turchia. Avevo una pistola, e ho dovuto viaggiare in bus”, scrisse Bin Laden nel suo diario. Ma il suo ‘battesimo di fuoco’ avvenne più tardi, nel 1979, quando si spostò in Afganistan per combattere contro i sovietici.

Dai file emerge anche come l’odio di Bin Laden per l’Occidente sia maturato in giovane età nel corso di un suo viaggio-studio in Inghilterra quando, a 14 anni, visitò la città natale di William Shakespeare, Stratford-upon-Avon, e la casa del poeta. Nel suo diario si diceva “non impressionato” dalla visita alla casa di Shakespeare e definiva “dissoluta” la società britannica nonché molto diversa dalla sua, figlio di un miliardario costruttore saudita.

Dai documenti sembrano emergere anche nuovi presunti rapporti tra al Qaeda e l’Iran. In particolare, in uno dei file si legge che l’Iran offrì ai combattenti di al Qaeda “denaro, armi e ogni cosa di cui avessero bisogno, e offrì loro addestramento nei campi di Hezbollah in Libano, in cambio di attacchi ad interessi americani in Arabia Saudita”.

Si tratta di un documento di 19 pagine, non firmato e datato nell’anno 1.428, in base al calendario islamico, vale a dire il 2007, e sembra essere una sorta di storia dei rapporti tra l’Iran e al Qaeda. Una descrizione che sembra per alcuni aspetti coincidere con le valutazioni espresse dalla Commissione governativa americana sugli attacchi dell’11 settembre 2001, secondo cui funzionari iraniani si incontrarono in Sudan con i leader di al Qaeda nel 1991 o 1992, e successivamente militanti del gruppo ricevettero addestramento in Libano dai militanti di Hezbollah, il gruppo sciita storicamente sostenuto da Teheran.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other