Yusuf Alchagirov, pastore russo di 80 anni lotta contro l’orso e sopravvive

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Novembre 2013 15:05 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2013 15:08
Yusuf Alchagirov, pastore russo di 80 anni lotta contro l'orso e sopravvive

Orso bruno

MOSCA – Yusuf Alchagirov, pastore russo di 80 anni, ha lottato corpo a corpo contro un gigantesco orso bruno per poi precipitare in un burrone e salvarsi così dalla furia dell’animale. Il temerario vecchietto, che vive nella regione Cabardino-Balcaria nel Caucaso settentrionale, si trovava in un campo di lamponi quando è stato sorpreso da un minaccioso orso affamato.

Alla vista dell’animale però non si è lasciato intimorire e lo ha attaccato a suon di calci e testate. La lotta uomo contro orso è durata alcuni minuti, prima che la bestia avesse la meglio e lo scaraventasse giù nel dirupo. Alchagirov, nonostante la veneranda età, se l’è cavata con qualche contusione, alcune ferite da morso e quattro costole rotte.

L’incredibile storia, inizialmente riportata dal Guardian, sta appassionando la rete: quel che più sorprende è che l’anziano pastore sia ancora vivo per raccontarla. Ma nei villaggi della Russia settentrionale non è affatto raro fare incontri ravvicinati di questo tipo. Gli orsi attaccano gli uomini soprattutto quando sono provocati o hanno fame. Accade per lo più in Autunno quando le forti piogge devastano le loro riserve alimentari.

L’anziano pastore deve ritenersi doppiamente fortunato, perché è sopravvissuto allo scontro uomo-bestia, ma soprattutto perché l’animale non ha infierito su di lui. Generalmente gli esperti sconsigliano di fare qualsiasi cosa che il plantigrado possa percepire come una minaccia. Quando ci si imbatte in un orso bruno è anzi bene fare il morto. Stendersi pancia a terra e incrociare le mani dietro la testa.

L’ottuagenario però è convinto di essere riuscito a salvarsi la vita proprio grazie al suo approccio aggressivo: “Mi avrebbe ucciso se mi fossi tirato indietro”.