Zakura ha 8 anni ed è beduina: vuole diventare medico, rischia di diventare una sposa bambina

di Caterina Galloni
Pubblicato il 29 Novembre 2019 7:11 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2019 1:41
sposa bambina foto ansa

Foto Ansa


ROMA – Zakura ha otto anni, è beduina e da grande vuole diventare un medico ma ora sta affrontando una corsa contro il tempo per evitare, subito dopo aver avuto il ciclo mestruale, di essere venduta come sposa bambina in cambio di 50 pecore.
 
Zakura ha il sostegno del padre Arafat che vorrebbe evitarle il destino femminile già segnato a 11 o 12 anni nella società tradizionale e in parte nomade nella valle del Wadi Qelt, al confine tra Israele e Palestina, ma potrebbe non essere sufficiente .
 
Al festival Russian Film Week di Londra, Ivan Vdovin, un documentarista moscovita di 28 anni sta cercando un produttore britannico per raccontare in un lungometraggio la storia di Zakura.
Vdovin ha spiegato come un precedente articolo del MailOnline su Zakura avesse spinto Arafat, “padre amorevole”, a credere che la figlia potesse davvero scegliere una vita dagli orizzonti più ampi.
 
Il regista, al contempo, ammette che sul Arafat – e la madre di Zakura – verranno esercitate forti pressioni affinché il futuro della figlia sia conforme alle severe tradizioni beduine. C’è già un candidato come marito: il cugino Omar, un pastore di 14 anni, ma potrebbero spingere per far sposare Zakura con un uomo molto più grande, forse come seconda moglie.
 
Per ora Zakura – filmata per la prima volta quando aveva cinque anni – sta frequentando su insistenza di Arafat, una scuola delle Nazioni Unite a Gerico. “Quando le abbiamo chiesto cosa volesse fare da grande, ha detto con sicurezza il medico”, ha detto Vdovin. “Per ora sembra impossibile, perché è un tipo di studio tra i più costosi in Israele e Palestina, ma è il suo sogno”.
 
Crescendo ha mostrato la sua indole di leader con un gruppetto di bambini che vivono, insieme a lei, nell’insediamento beduino mentre a scuola “è calma” e apprende velocemente.
Quando Vdovin ha incontrato per la prima volta Zakura “mi è stato chiaro che era una bambina straordinariamente carismatica e dotata”.
 
Pensa che “nonostante la severità delle tradizioni all’interno della società beduina, l’istruzione e gli obiettivi personali di Zakura potrebbero davvero influenzare il suo futuro”.
Il padre Arafat spiega che attualmente “è ancora una bambina e non ci sono barriere, può parlare con chiunque desideri ma solo perché non è una potenziale sposa. Tra tre o quattro anni a Zakura sarà vietato parlare con me e con altri uomini. Può incorrere in qualsiasi tipo di punizione, persino la morte”.
 
Fonte: Daily Mail