Classifica Altroconsumo pasta migliore, la più pura e salutare: i marchi “big” sono fuori dal podio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Giugno 2021 9:41 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2021 10:28
Classifica della pasta migliore, la più pura e salutare: i marchi "big" sono fuori dal podio

Classifica della pasta migliore, la più pura e salutare: i marchi “big” sono fuori dal podio FOTO ANSA

Qual è la pasta migliore: la classifica di Altroconsumo ha fatto il podio con la pasta migliore tenendo conto della purezza del grano e dell’impasto e dei valori nutrizionali. Tra le prime posizioni non ci sono i marchi “big” come per esempio Barilla, Voiello e De Cecco.

La classifica della pasta migliore

La classifica è stata stilata in base a 25 campioni di pasta formato penne e con criteri come contenuto di proteine e fibre. Ma anche in base alla quantità di tracce d’impurità nell’impasto. Da questi parametri è stato selezionato il podio.

  • al terzo posto le bio penne rigate di Sgambaro, un marchio veneto ecologico, sicuro e ricco di proteine che nasce dalla passione del mugnaio Tullio Sgambaro (1,46 euro a confezione)
  • al secondo posto troviamo una pasta con marchio Esselunga, in particolare le pennette integrali della linea Equilibrio (0,93 euro a confezione)
  • infine al primo posto c’è Libera Terra, nata dall’associazione di cooperative e che da anni lottano contro le mafie. Fondata da Gian Carlo Caselli e don Luigi Ciotti, per le penne rigate integrali e biologiche il costo è di 1,69 euro a confezione.

E gli altri marchi di pasta?

Oltre ad Esselunga tra le marche private nella classifica della migliore pasta c’è anche Viviverde di Coop con una votazione di 63/100. C’è poi Carrefour con un voto di 57/100 (qualità media) e Conad con un voto di 54/100.

Tra le marche di pasta famose ce ne sono alcune che hanno avuto un buon punteggio. Parliamo della Voiello con punteggio di 69 su 100, la Barilla e la De Cecco con 66/100, la Molisana con un punteggio di 65 su 100 ed infine la Rummo con 64/100. Anche per quanto concerne i prezzi di questi ultimi prodotti ci sono delle grosse divergenze. La Barilla, ad esempio, costa in media 79 centesimi mentre la Molisana 99 centesimi. La De Cecco arriva invece a 1,22 euro.